<< Capitolo 3.2

indice

Capitolo 3.2.2 >>

 

3.2.1 Colla Alteco

 

Descrizione: Alteco è un’azienda giapponese che produce collanti a presa rapida e alta tenuta. Per promuovere la sua nuova colla in tubetto, è stata creata un’efficace azione di Ambient Guerrilla: in alcuni punti della città sono state incollate delle vere monete da un dollaro ed alcune imitazioni di un cellulare.

 

 

Di fianco agli oggetti è stata lasciata una nota con scritto “yours, if you can pick it up”[1], mentre un altro adesivo mostrava il collante impiegato per attaccarli, una confezione di Alteco 110.

 

Peculiarità: l’installazione ha facilmente incuriosito i passanti, che non hanno potuto resistere alla tentazione di provare a togliere la moneta o il cellulare. La Guerrilla Alteco ha sfruttato un’idea semplice ed immediata, che ha saputo infondere valore peculiare ad un messaggio che pubblicizza un prodotto comune. È stata creata una relazione insolita, fra la colla, l’ambiente urbano e gli abitanti della città. Il risultato è una sfida ironica, un gioco divertente che attira l’attenzione del pubblico di passaggio. A chi non è mai capitato di trovare dei soldi a terra e tentare di raccoglierli? La situazione casuale è stata modificata dagli autori, per creare una circostanza imprevista, in cui l’oggetto invitava alla rimozione, senza dare però segni di cedimento. Non capita spesso di trovare dei cellulari appiccicati per la città. La scelta dei contenuti ha stimolato i tentativi di recupero: una moneta dal valore apprezzabile ed un cellulare (che sembrava vero). Le persone incuriosite hanno tentato la raccolta, rispondendo positivamente al confronto con le qualità del prodotto.

 

 

Praticità: sfruttando nella Guerrilla le caratteristiche reali della colla Alteco, la sua praticità è automaticamente comunicata ai potenziali consumatori. Le proprietà del prodotto sono state mostrate efficacemente, con una soluzione talmente ovvia da essere geniale: per promuovere una colla è stato incollato qualcosa. I bersagli dell’attacco hanno provato con mano l’affidabilità della tenuta adesiva di Alteco: i numerosi sforzi per rimuovere manualmente gli oggetti sono stati inutili, la forte presa del collante ha avuto la meglio. Le monete sono state rimosse solamente in seguito, grazie ad un solvente specifico dello stesso brand. Alcuni dei finti cellulari sono stati rotti a metà dai passanti, che hanno cercato di toglierli senza fortuna: il lato incollato alla superficie è rimasto fermo al suo posto. Il pubblico coinvolto nel Guerrilla Ambient ha imparato che è possibile fidarsi della colla Alteco e probabilmente se ne ricorderà al momento dell’eventuale bisogno.

 

Passaparola: per ottenere una maggiore influenza del passaparola, l’azione di Guerrilla deve contagiare soprattutto gli innovatori e gli esperti del mercato che si vuole conquistare. Nel caso di Alteco, la questione si fa problematica: è possibile individuare dei leader d’opinione per la vendita di colla? Il prodotto sembra così banale e generalista che è difficile individuare delle persone particolarmente contagiose. Forse i veri intenditori del genere sono i fanatici del fai-da-te e gli appassionati di modellini da montare. Purtroppo nel diffondere l’epidemia offline non è sempre facile trovare le reti sociali più specializzate ed i creatori della Guerrilla Alteco hanno deciso di indirizzare l’azione verso un pubblico generalista. L’agenzia pubblicitaria ha seguito di nascosto le reazioni dei passanti: in una delle zone colpite, quasi 60 persone hanno provato ad alzare la copia del cellulare, prima che questa si rompesse nel tentativo di rimozione. Non è possibile conoscere precisamente l’ampiezza del contagio di Alteco 110, ma probabilmente il pubblico ne ha parlato agli amici, per esperienza ludica (divertiti dalla situazione e dai tentativi di recupero degli oggetti) e per curiosità (sai cosa è successo mentre aspettavo il bus?).

 

Punto d’interesse: il target di un normale prodotto adesivo può essere talmente vasto da comprendere chiunque abbia la necessità di incollare qualcosa, per motivi di lavoro, hobby o studio. La colla Alteco 110 è tuttavia consigliata specialmente nei casi in cui serve una fortissima tenuta aderente, situazione che capita di rado. Il punto d’interesse da colpire non è quindi immediato, ma futuro: il contenuto del messaggio sarà rilevante solamente quando l’utente avrà bisogno di una colla molto potente (ad esempio quando romperà qualche oggetto). Alteco lascia il segno nella mente dei consumatori, che ne imparano oggi le proprietà, per l’eventuale occorrenza di domani. La strategia di Guerrilla Ambient è riuscita ad intrattenere gli spettatori: gli oggetti sono stati inseriti soprattutto in luoghi di attesa (come le fermate dei bus), dove le persone hanno partecipato volentieri alla sfida di Alteco, come passatempo. Aspettando i mezzi pubblici hanno tentato di rimuovere le monete o le copie del cellulare. La strategia scelta ha permesso di stimolare l’interesse verso il messaggio pubblicitario, suggerendo al pubblico una possibile circostanza: la necessità di un collante davvero resistente.

Pagina successiva: Capitolo 3.2.2 - Guerrilla Accessorize


[1] Tuo, se riesci a tirarlo su

 

<< Capitolo 3.2

indice

Capitolo 3.2.2 >>

web counter

Creative Commons License

I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons: potete diffonderli e riprodurli a scopo non commerciale, a patto di attribuirne la fonte.